Il fascino senza tempo delle sedie a dondolo

0
105

Come fare per trovare la sedia a dondolo che più si addice ai nostri spazi e alle nostre esigenze

2. Le origini della sedia a dondolo e tipologie

Sedia a dondolo collocata in una camera accanto al letto

La nascita e l’invenzione di questo particolare elemento d’arredorisale al XVIII secolo e si deve ad un uomo, che generalmente dalla storia è ricordato per ben altro, ovvero a Benjamin Franklin, che la ideò proprio nel tentativo di creare una seduta comoda e rilassante che nulla avesse a che vedere con le poltrone: e così effettivamente avvenne!

Da allora però l’originale sedia a dondolo, che avendo due semplici archi alla base consentiva di assumere una postura comoda ed al contempo di oscillare, ha subito un’innumerevole quantità di reinterpretazioni e variazioni sul tema, proponendo modelli sempre nuovi e diversi, in grado anche di incontrare il mutare dei gusti e delle mode, ma senza che mai venisse in qualche modo messa in discussione la sua funzione e la sua esistenza!

Sedia a dondolo gialla con poggiagomiti

A prescindere dallo stile, dalle forme, dalle dimensioni, nonchè dal materiale con cui viene realizzata una sedia a dondolo e dai colori e dalle finiture che lo caratterizzano, ne esistono modelli e tipologie differenti che si distinguono gli uni dagli altri in base al fatto che posseggano o meno varie caratteristiche ed accessori.

In tutti i casi l’ergonomia della seduta è fondamentale: questa non dovrà essere né troppo bassa né al contrario troppo alta e dovrà consentirci comodamente di posare i piedi a terra per poterci cullare; chiaramente poi il sistema di dondolamento dovrà essere dolce e sicuro, per evitare che accadano incidenti e si finisca per ribaltarsi, in avanti o all’indietro.

Parlando di alternative invece, cominciamo a dire che possiamo trovarci di fronte ad una vera e propria seggiola, semplicemente basculante, piuttosto che ad una comoda ed ampia poltroncina; una sedia a dondolo puó essere imbottita oppure no; con la seduta alta o bassa, con lo schienale dritto o inclinato, con poggia testa o no; puó essere dotata di braccioli e perfino di un poggia piedi, piuttosto che di una sola delle due cose o sprovvista di entrambe: molto in tutti i casi dipende anche dallo stile a cui si ispirano!

I modelli più moderni sovente sono più ampi e confortevoli, ma molte volte privi di braccioli, mentre quelli più classici o prettamente country normalmente ne sono provvisti, ma sono assai più rigidi ed essenziali, per cui per renderli più accoglienti spesso si ricorre all’aggiunta di cuscini in tessuto, che possono venir collocati solo sulla seduta o anche sullo schienale.

La discriminante fondamentale è data peró dal tipo di movimento che caratterizza ciascuna sedia: tra quelle più tradizionali, che sono anche le più semplici, ne troviamo alcune dotate di un sistema basculante, composto essenzialmente da due archi che fungono da piede d’appoggio e dunque permettono alla seduta di oscillare avanti ed indietro e altre invece cosiddette a slitta, dove la parte inferiore della sedia assume appunto una conformazione che ricorda quella di questi particolari mezzi di trasporto da neve utilizzato nei paesi del Nord.

Oggi però in commercio possiamo trovare delle varianti davvero particolari e tecnologiche: ad esempio i modelli cosiddetti Glider si “muovono” lungo una superficie piatta o un lungo arco, grazie alla presenza di un sistema meccanico piuttosto complesso costituito da una serie di perni e leve: ovviamente si tratta di oggetti più sofisticati rispetto alle sedie a dondolo tradizionali, che presentano l’indubbio vantaggio di necessitare di minor spazio per “cullarsi”, ma di contro proprio per la loro complessità costruttiva sono decisamente più delicati e più facilmente soggetti a rottura.

Più resistenti, ma comunque piuttosto compatti, sono invece i modelli a molle, che per ottenere l’effetto dondolamento sfruttano appunto una serie di molle poste alla base della seduta o quelle sedie dal design più moderno che sfruttando una particolare configurazione delle gambe creano una sensazione di oscillamento nell’aria molto simile al dondolo.

In tutti i casi è possibile trovare anche sedie a dondolo che offrano la possibilità di reclinare lo schienale o che siano dotate di altre funzioni aggiuntive, come ad esempio una luce integrata che permette di leggere in tutto relax!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here